Verifica requisiti curriculari

Ai fini della verifica dei requisiti curriculari per l’accesso alla LM EMMP si identificano, come concordato per tutte le LM del Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, due categorie di studenti:
• laureati in continuità
• laureati non in continuità
Per la LM EMMP i laureati in continuità sono tutti i laureati nella LT “Economia delle aziende marittime, della logistica e dei trasporti”, classe L-18, e tutti i laureati nella LT “Economia marittima portuale”, classe 17, dell’Università di Genova.
Per i laureati in continuità è garantita l’iscrizione al corso di LM EMMP e dunque la verifica dei requisiti curriculari si considera virtualmente assolta.
I laureati non in continuità devono presentare una domanda di valutazione dei requisiti curriculari presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova per ottenere il nulla osta che dovrà essere accompagnato alla domanda di immatricolazione ai fini dell’effettiva iscrizione al corso.

Il CCS, tramite apposita commissione composta dalla prof.ssa Anna Sciomachen e dal prof. Roberto Garelli, provvede all’esame delle domande di valutazione, entro 30 giorni dalla loro presentazione, sulla base delle seguenti regole per la verifica del possesso dei requisiti curriculari.
In termini generali, i requisiti curriculari corrispondono ai CFU, ai SSD e ai contenuti generali degli insegnamenti delle LT delle classi 17 e L-18 dell’Ateneo Genovese utili ai fini dell’ammissione dello studente alla LM, a cui si aggiungono CFU in SSD ritenuti fondamentali per affrontare le tematiche relative al trasporto marittimo. Ad essi va aggiunta una adeguata capacità di uso degli strumenti e software informatici per applicazioni economiche, aziendali e quantitative e della lingua inglese nella comprensione orale e scritta e nella comunicazione orale su temi economici.
In particolare, si procederà alla verifica dei requisiti curriculari, acquisiti anche dopo la laurea, anche attraverso iscrizione a singole attività formative (ai sensi dell’art. 7 del Regolamento di Ateneo per gli Studenti), accertando il possesso di:
• almeno 6 CFU nel SSD MAT/09
• almeno 6 CFU nel SSD IUS/06
• almeno 6 CFU nel SSD SECS-P/06
• almeno 6 CFU tra i SSD IUS/01, IUS/04, IUS/09, IUS/10
• almeno 6 CFU tra i SSD SECS-P/01 e SECS-P/02
• almeno 27 CFU tra i SSD SECS-P/07, SECS-P/08 e SECS-P/10
• almeno 9 CFU tra i SSD SECS-S/01, SECS-S/03, MAT/06, SECS-S/06, MAT/01-05.
Se nella verifica dei SSD si riscontra una mancanza di CFU nei SSD sopra indicati, il nulla osta non sarà rilasciato.
Possono presentare domanda di valutazione dei requisiti curriculari anche i laureandi, purché in debito del solo esame di laurea.

Modulo per la domanda di valutazione dei requisiti curriculari per i laureati non in continuità


Verifica dell’adeguatezza della preparazione personale

Con una votazione uguale o superiore a 99/110 (o votazione equivalente per i titoli di studio conseguiti all’estero) la verifica della preparazione individuale si considera virtualmente assolta. I laureandi “in continuità” e con tutti gli esami completati e i laureati in possesso dei requisiti e con una votazione inferiore a 99/110 dovranno preimmatricolarsi per sostenere la verifica che verrà effettuata tramite un test e verterà sulle nozioni fondamentali necessarie alla LM EMMP, secondo una lista di argomenti resa disponibile agli studenti stessi. La Commissione esaminatrice, nominata dal Consiglio di Corso di Studio, dichiarerà non idoneo chi dimostrerà lacune gravi. La non idoneità preclude l’iscrizione al corso e lo studente potrà ripetere la verifica fino al conseguimento dell’idoneità stessa.
I test verranno svolti nei seguenti mesi: luglio, settembre, novembre e febbraio nelle date pubblicate annualmente sul sito web del Dipartimento.
Tutti gli studenti con titolo di studio conseguito all'estero saranno sottoposti anche ad una specifica prova di conoscenza di lingua italiana. Il suo mancato superamento comporta l'attribuzione di attività formative integrative.

Commissione: proff. Monica Brignardello, Roberto Garelli, Hilda Ghiara, Francesco Parola, Anna Sciomachen

Modalità di verifica: 10 domande scritte sui contenuti di seguito indicati, a cui rispondere, in modo aperto, in 1 ora. Saranno ritenuti idonei i candidati che supereranno la votazione di 18/30.

Contenuti del test:
  1. I modelli di programmazione lineare. Formulazione di un problema di programmazione lineare. Risoluzione grafica di un problema di programmazione lineare. Il metodo del Simplesso. Il Tableau del Simplesso
  2. I problemi di ottimizzazione su rete. Definizioni di base. Il problema del cammino minimo. Il problema dell’albero di supporto. Flusso su reti
  3. Le fonti interne, internazionali e comunitarie del diritto dei trasporti
  4. I porti e i servizi portuali
  5. Il contratto di trasporto di persone e di cose
  6. Il contratto di noleggio di nave
  7. Il diagramma di Hoover
  8. La portata ottima della nave
  9. L’intermodalità
  10. I costi di produzione del servizio
  11. Gli strumenti interpretativi degli equilibri economico-finanziari: la riclassificazione del conto economico e dello stato patrimoniale e gli indici di bilancio
  12. La programmazione della gestione ed il budget aziendale
  13. La misurazione delle principali figure di costo. Il costo nave, il costo viaggio ed il costo linea
  14. Il reporting aziendale
  15. I comparti dello shipping: il tramp e la linea
  16. La containerizzazione
  17. I caratteri del comparto e delle imprese
  18. La portualità dei traffici marittimi containerizzati
  19. Le fonti della variabilità dei fenomeni aleatori nella statistica descrittiva
  20. La modellizzazione dei legami di dipendenza
Testi di riferimento:
  • per i punti 1 e 2: F.S. Hillier, G.J. Lieberman, Ricerca Operativa. Fondamenti, MC Graw Hill, 2010, capitoli 2 (2.1-2.4), 3 (3.1-3.5), 6 (6.1-6.4)
  • per il punto 3-6: M. Casanova, M. Brignardello, Corso breve di Diritto dei trasporti, Giuffrè, 2017, capitoli 1, 2, 11 e 12
  • per i punti 7-10: U. Marchese, Lineamenti e problemi di Economia dei Trasporti, ECIG, Genova, 2000. Limitatamente ai capitoli 2, 3, 4 e 15
  • per i punti 11-14: L. Fadda, Economia e valore delle imprese di Shipping, Giappichelli, 2000. Gli argomenti possono essere approfonditi sul materiale disponibile su Aulaweb
  • per i punti 15-18: R.Midoro, F. Parola, Le strategie delle imprese nello shipping di linea e nella portualità, Franco Angeli, 2011, pagine 9-134 e pagine 185-208
  • per i punti 19 e 20: A. Gambini, Argomenti di Statistica Descrittiva, II Edizione, Giappichelli, 2007, capitoli II.2, II.3, II.4, II.5 e II.6

Esempi di domande del test di ammissione al CdS EMMP